COMPONENTI DEI SISTEMI DI MITIGAZIONE DALLE ESPLOSIONI


Componenti

Se le migliori soluzioni di protezione contro le esplosioni sono la soppressione, lo sfogo o l'isolamento, IEP Technologies offre i prodotti giusti per soddisfare ogni esigenza. I componenti del nostro sistema vengono sottoposti a rigorosi test di terze parti per ricevere le approvazioni richieste da, ad esempio, ATEX e NFPA. Poiché ogni minaccia di esplosione è unica, offriamo diversi tipi di rilevatori di esplosioni, centraline e soppressori per adattare il progetto del sistema di protezione a ogni singola applicazione.

CENTRALINA

  • Zona singola (EX 100.1/200) e Multi-zona (centralina EX-8000)
    Zona singola (EX 100.1/200) e Multi-zona (centralina EX-8000)

    La centralina funziona a microprocessori e ha sia una funzione di controllo sia una di verifica. Comprende circuiti di controllo e di carica della batteria, un alimentatore e un pannello anteriore che include funzioni di controllo e di indicazione visibili attraverso una finestra antigraffio. L'unità è avvolta in un involucro progettato per fornire una migliore resistenza alla contaminazione della polvere e degli agenti atmosferici. L'accesso al terminale è stato progettato attentamente per facilitare l'installazione.

    Tutti i segnali che emergono dalla pressione di esplosione o dai sensori di fiamma vengono registrati, testati e valutati dalla centralina. Le linee di monitoraggio e di attivazione vengono controllate continuamente per quanto riguarda rottura dei fili, guasto di terra e cortocircuito. Inoltre, un sistema di autotest automatico assicura che tutte le funzioni importanti della centralina vengano verificate elettronicamente. Queste centraline forniscono sia i contatti del relè del guasto per l'interblocco del processo, sia i contatti del relè di allarme per l'avviso in caso di attivazione del sistema.

    Scarica la scheda tecnica di Centralina zona singola
    Scarica la scheda tecnica di Centralina zona multipla

Rilevamento

  • Sistema di rilevamento dinamico SmartDS
    Sistema di rilevamento dinamico SmartDS

    Le celle di misurazione dinamica nel rilevatore rilevano variazioni di pressione. Una volta superati i valori di pressione pre-programmati, il rilevatore reagisce nell'ordine di microsecondi per generare un allarme. Il rilevatore MEX ha fino a due sensori ceramici all'interno di un singolo alloggiamento solido. Questo è l'unico rilevatore con output ad algoritmi e logica decisionale realizzato in base a test di esplosione su vasta scala, profonda conoscenza ed esperienza applicativa. La logica decisionale e di output offre la massima sicurezza di rilevamento valutando la differenza tra un aumento della pressione di esplosione e variazioni della pressione di processo. I sensori a cella in ceramica rendono il rilevatore più resistente a danni meccanici, polveri, gas e liquidi corrosivi. Tramite una morsettiera di campo ("FAB") il rilevatore MEX può essere collegato a varie centraline.


    I vantaggi competitivi di MEX Detector includono:

    Rilevamento della pressione dinamica in base al profilo temporale caratteristico dell'aumento di pressione associato a eventi di esplosione in spazi chiusi. Ciò aumenta significativamente l'immunità ai falsi allarmi e la sicurezza del rilevamento.

    Utilizza due celle sensibili alla pressione per aumentare la sicurezza e la ridondanza del rilevamento.

    Unità programmabile sul campo per adattarsi a un'ampia gamma di condizioni di pericolo e di processo. Dispone inoltre di un buffer storico per la programmazione del set point durante la messa in servizio e per la diagnosi dell'incidente, dopo essere stato attivato in tal senso.

    Scarica la scheda tecnica

  • Rilevatore di pressione statica
    Rilevatore di pressione statica

    I rilevatori di pressione statica sono utilizzati in processi stabili che hanno solo una soglia (punto in cui viene attivato il rilevatore). Il rilevatore è regolabile sul campo e approvato FM. Questi rilevatori sono generalmente montati in coppia con distanziatori per l'isolamento dalle vibrazioni, in modo da ridurre al minimo il rischio di falsi allarmi dovuti a errori dell'operatore. I rilevatori di pressione statici sono sicuri, affidabili e hanno dato prova di ottimi risultati.

    Scarica la scheda tecnica

  • Rilevatori a infrarossi ed ultravioletti
    Rilevatori a infrarossi ed ultravioletti

    I rilevatori ottici comprendono i rilevatori a infrarossi ("IR") e ad ultravioletti ("UV-IR") integrati nei sistemi di prevenzione delle esplosioni per applicazioni specifiche. Generalmente il rilevatore IR viene utilizzato in condotti interconnessi nei sistemi di trattamento delle polveri. Il rilevatore UV-IR viene utilizzato in sistemi di protezione da gas combustibili o vapori, come le camere contenenti gas pressurizzati e i depositi chimici.

    Scarica la scheda tecnica IR-13
    Scarica la scheda tecnica UV/IR

Soppressori

  • Soppressore Pistonfire II
    Soppressore Pistonfire II

    Il soppressore PistonFire è costituito da un cilindro pressurizzato di contenimento della sostanza estinguente e da un corpo valvola che contiene una custodia di protezione elettrica resistente alle intemperie della National Electrical Manufacture’s Association (“NEMA”). La custodia NEMA contiene il meccanismo di azionamento, il pressostato, il manometro, la valvola di riempimento, l'interruttore di supervisione OSHA e le connessioni di cablaggio sul campo. La custodia NEMA è completamente sigillata tramite un coperchio a vite e un connettore a sgancio rapido a prova di esplosione per un facile collegamento al cablaggio in campo. Al rilevamento di un'esplosione incipiente, il soppressore riceve un segnale di attivazione. Il meccanismo di attivazione avvia il rilascio rapido della sostanza estinguente chimica secca pressurizzata nell'area protetta entro pochi millisecondi.

    I vantaggi competitivi includono:

    Approvazione DOT, TC: pressurizzazione e prova di tenuta effettuate in fabbrica e spedizione al sito, invece della pressurizzazione e prova di tenuta presso la sede del cliente

    Interruttore di bassa pressione monitorato e interbloccato come da ultima versione di NFPA 69

    Iniziatori non esplosivi, maneggiabili senza rischio (nessuna restrizione ATF o ONU)

    Piastra di blocco OSHA secondo ultima versione di NFPA 69

    Gli ugelli possono essere ispezionati sul posto (NFPA 69) invece della rimozione o inserimento di serbatoi effettuati da altre società

    Scaricate la scheda tecnica

  • Soppressore E-HRD
    Soppressore E-HRD

    Il soppressore E-HRD è progettato per l'installazione su tutti i tipi di serbatoi, condotti e tubi per polveri, gas e miscele ibride. La valvola di soppressione è chiusa con un disco a cupola e un anello di tenuta, quindi viene pressurizzata con azoto. Sotto il disco a cupola vi sono i dispositivi di azionamento comprendenti un detonatore e una carica di taglio della linea. Entro circa 1,5 millisecondi, la carica di taglio della linea taglia un foro scanalato di circa 300 gradi attorno al disco a cupola. Una volta che il disco a cupola viene tagliato, l'azoto preme il disco verso il basso e l'intera sezione trasversale viene resa predisposta per far defluire la sostanza estinguente in polvere. Grazie a uno speciale sistema a ugelli, l'impiego della sostanza estinguente in polvere risulta ottimale.

    Scarica la scheda tecnica

  • Estintore chimico a secco sferico
    Estintore chimico a secco sferico

    L'estintore chimico a secco HRD è progettato per scaricare la sostanza estinguente in millisecondi per estinguere un'esplosione incipiente all'interno di un serbatoio di processo o per bloccare la propagazione della fiamma attraverso una canalizzazione interconnessa. È un contenitore sferico riutilizzabile realizzato in lega di acciaio ad alta resistenza. È costituito da un contenitore di stoccaggio, una valvola di riempimento, una valvola del disco di scoppio, una piastra di sicurezza, un cavo dell'attuatore lungo 76,2 cm (30 pollici) e un attuatore a innesco esplosivo. È incluso un anello di sollevamento per facilitarne la movimentazione.

    Scarica la scheda tecnica

  • Soppressore PHRD
    Soppressore PHRD

    Questi soppressori sono utilizzati per la soppressione dell'esplosione di gas, vapori di solventi e polveri combustibili. I soppressori erogano la sostanza estinguente ad alta velocità per smorzare una fiamma esplosiva nelle sue fasi iniziali, impedendo così che l'aumento di pressione raggiunga proporzioni pericolose.

    Un contenitore cilindrico in acciaio legato riempito con 3 kg, 4 kg o 16 kg di sostanza estinguente in polvere e pressurizzato a 60 bar (880 psi) con azoto secco. All'interno della flangia vi è una paratoia incernierata sostenuta da una barra che viene tenuta chiusa da un fermo. Per avviare l'apertura vengono utilizzati due attuatori a pistone non esplosivi, azionati da un sensore angolare. Quando gli attuatori vengono attivati mediante un impulso elettrico dalla centralina associata, i pistoni spostano il fermo, consentendo l'apertura della paratoia. L'azoto quindi espelle la sostanza estinguente ad alta velocità attraverso il gruppo spargitore nel volume protetto.

    Scarica la scheda tecnica

DISPOSITIVI DI ISOLAMENTO / COMPARTIMENTAZIONE

  • Valvola di isolamento ad alta velocità - ghigliottina veloce
    Valvola di isolamento ad alta velocità - ghigliottina veloce

    The High-Speed Isolation Valve provides a solution for vital explosion isolation applications. It operates in milliseconds to provide a mechanical barrier within a pipeline. The High-Speed Isolation Valve has a stainless-steel body incorporating a full ported stainless-steel valve gate. The valve is designed to withstand a 150 Psi pressure wave from a deflagration without deformation. Closure is achieved in milliseconds by rapidly discharging nitrogen into a piston actuator. The nitrogen is supplied by an IEP Technologies High-Rate Discharge Bottle. Detection is typically provided by an IEP Technologies explosion pressure detector. The detector is monitored by an IEP Technologies control unit which provides supervision, alarm, system actuation and process shutdown. Typical applications for the valve include explosion isolation on dust collectors, mills, fans, vapor recovery lines, dryers, and other interconnected process equipment.

    Scarica la scheda tecnica

  • Valvola di isolamento passivo - Valvola a Battente - IsoFlap™
    Valvola di isolamento passivo - Valvola a Battente - IsoFlap™

    Per i dispositivi di processo montati all'esterno o in prossimità di una parete esterna, la ventilazione di scarico della pressione di esplosione è un metodo di protezione praticabile. Tuttavia, al fine di proteggere le apparecchiature a monte, è fondamentale che il metodo di protezione includa un mezzo per limitare la propagazione delle fiamme e dei materiali incandescenti a monte. Ciò si può ottenere utilizzando un sistema di isolamento attivo (chimico o meccanico) o utilizzando una valvola di isolamento passiva. La valvola di isolamento contro l'esplosione passiva è un dispositivo ad auto-azionamento che funge da barriera meccanica per limitare la propagazione delle fiamme e dei materiali incandescenti tra le apparecchiature collegate. La valvola di isolamento passivo offre caratteristiche uniche, tra cui un sensore di accumulo, un sensore di usura e un pannello di interfaccia.

    Scarica la scheda informativa del prodotto

  • Valvola di isolamento passivo - Valvola Flottante - Ventex
    Valvola di isolamento passivo - Valvola Flottante - Ventex

    Per i dispositivi di processo montati all'esterno o in prossimità di una parete esterna, la ventilazione di scarico della pressione di esplosione è un metodo di protezione praticabile. Tuttavia, al fine di proteggere le apparecchiature a monte, è fondamentale che il metodo di protezione includa un mezzo per limitare la propagazione delle fiamme e dei materiali incandescenti a monte. Ciò si può ottenere utilizzando un sistema di isolamento attivo (chimico o meccanico) o utilizzando una valvola di isolamento passiva. La valvola di isolamento contro l'esplosione passiva è un dispositivo ad auto-azionamento che funge da barriera meccanica per limitare la propagazione delle fiamme e dei materiali incandescenti tra le apparecchiature collegate.

DISPOSITIVI DI SFOGO LIBERO E DISPOSITIVI DI SFOGO CON ROMPIFIAMMA

  • Dispositivo di sfogo dell'esplosione con rompifiamma
    Dispositivo di sfogo dell'esplosione con rompifiamma

    Molti serbatoi di processo si trovano all'interno di un edificio o in un'altra area in cui non è possibile impiegare in modo sicuro lo sfogo dall'espolsione standard. Per queste applicazioni, i dispositivi di sfogo senza fiamma possono essere la migliore soluzione di protezione. Il dispositivo di sfogo senza fiamma è costituito da un dispositivo di sfogo dotato di rompifiamma. Quando si verifica un'esplosione, il dispositivo di sfogo (piattello) si apre e dirige l'esplosione sfogata attraverso il rompifiamma, dove i gas, passando attraverso le lamelle metalliche, vengono raffreddati, evitando così che le fiamme vengano espulse verso le aree circostanti. Il sensore di rilevamento dell'apertura del piattello integrato può essere utilizzato per informare il personale dell'impianto sullo stato del sistema.

    Scarica la scheda tecnica

  • Dispositivi di sfogo anti-esplosione
    Dispositivi di sfogo anti-esplosione

    I pannelli di sfogo dell'esplosione di IEP Technologies sono progettati per ridurre al minimo i danni a serbatoi di processo, condotti e altre strutture industriali in caso di deflagrazione di materiali combustibili. Sono dispositivi di scarico della pressione progettati per rompersi a una pressione prestabilita, consentendo alla palla di fuoco e alla pressione della deflagrazione di scaricarsi in un'area sicura. Questi pannelli di sfogo altamente efficienti si adattano alle pareti e talvolta al tetto di un serbatoio di processo e sono disponibili in diverse dimensioni, configurazioni, valori nominali e materiali per adattarsi a specifiche applicazioni. Possono essere pannelli di sfogo rettangolari o tondi, a cupola o piatti. Le opzioni includono pannelli di sfogo isolati e sensori di scoppio per indicarne la rottura.

    Scarica la scheda tecnica


Siete preoccupati per il rischio di un'esplosione?
Chiedete subito la consulenza di un esperto!