Applicazione

Gli essiccatori flash vengono utilizzati per asciugare materiali umidi come l'amido di mais. Il materiale da essiccare viene dosato in una corrente d'aria calda generata da un riscaldatore a gasolio o a gas. Il prodotto si asciuga mentre viene trasportato lungo il condotto dell'essiccatore. Questo condotto termina in un banco di cicloni o altro tipo di separatori che rimuovono il prodotto essiccato dalla corrente d'aria. Possono anche essere usati separatori secondari come i collettori di polveri.

Pericolo

Se il materiale trattato durante un processo è combustibile, la polvere che genera può essere esplosiva. Nei sistemi di essiccazione rapida, il materiale in lavorazione diventa più sensibile all'accensione mentre passa attraverso l'essiccatore e perde la sua umidità. L'energia minima di accensione del prodotto essiccato può essere sufficientemente bassa da presentare una minaccia di accensione tramite scarica statica. Inoltre, il materiale che aderisce alle pareti dell'essiccatore può assorbire abbastanza energia da auto-infiammarsi. La deflagrazione risultante genera alte velocità di fiamma e produce rapidamente pressioni distruttive a causa degli effetti di ammassamento della pressione per la conformazione del condotto.

Considerazioni sul sistema di protezione

I sistemi di protezione per essiccatori flash devono fornire una concentrazione adeguata dell'agente durante tutto il processo. Inoltre, se vengono impiegati dei cicloni, sono necessarie pareti interne lisce per mantenere l'efficienza della separazione d'aria. I sistemi antideflagranti di IEP Technologies soddisfano questo requisito non essendoci parti sporgenti nel processo e incorporando gruppi spargitori a getto per la dispersione della sostanza estinguente, dove necessario.

Descrizione del sistema di protezione

In un sistema di protezione dall'esplosione per essiccatori flash, i rilevatori della pressione di esplosione sono montati in diverse posizioni lungo il condotto dell'essiccatore e su ciascuno dei separatori ad aria. Rilevano l'escursione di pressione di un'imminente esplosione e la segnalano ad un pannello di controllo. La centralina innesca i soppressori ad alta velocità di scarica e contemporaneamente interrompe il processo. Tali estintori sono progettati per scaricare e raffreddare rapidamente la "palla di fuoco" prima che vengano raggiunte le pressioni massime e per limitare la propagazione della fiamma. In modo analogo, i soppressori montati sui separatori ad aria estinguono la "palla di fuoco" e attenuano la propagazione dell'esplosione alle apparecchiature interconnesse.


Siete preoccupati per il rischio di un'esplosione?
Chiedete subito la consulenza di un esperto!